Pubblicità


 

 

 

 

Un sito e un libro per gli appassionati di trippa

Sull'onda del successo di "Troppa trippa", a grande richiesta abbiamo deciso di aprire un sito Internet interamente dedicato a quello che viene simpaticamente apostrofato come il "quinto quarto". Questa collezione di 392 pagine elettroniche si propone di raccogliere, integrare e presentare nuovo materiale, idee, notizie e ricette insolite - grazie anche alla preziosa collaborazione dei lettori - come parte del processo di pubblicazione delle prossime edizioni cartacee, coinvolgendo appassionatamente in una comunità virtuale tutti quelli che non battono ciglio di fronte alla trippa, anche se è troppa.


Il più recente Quaderno pubblicato

Tutti i Quaderni di TroppaTrippa.com


Gli articoli più letti

 L'origine di "Nun c'Ť trippa pe' gatti" - Il popolare modo di dire romanesco "Nun c'è trippa pe' gatti" Ť un'espressione che nacque ai primi del Novecento ad opera dell'allora sindaco di Roma, Ernesto Nathan.
 Di trippe e rivoluzioni - La "Philadelphia pepper pot soup" americana, il "menudo" messicano, ed il "locro di mondongo" argentino hanno tutti in comune una cosa: sono piatti di trippa passati alla storia per essere intimamente legati ad una rivoluzione.
 Alla bella trippaiola - Nel terzo sonetto della quarta corda de "La tiorba a taccone" un ignoto poeta del Seicento canta le lodi di una trippaiola napoletana, così bella da rubarti il cuore mentre ti vende le frattaglie.
 Mademoiselles, c'è il trippaio! - Non erano solo i trippai fiorentini a chiamare per strada le massaie: questa cartolina francese ci presenta un classico grido di strada di un tripier normanno.
 Il mercato parigino di Les Halles - Il mercato di Les Halles nel centro di Parigi, affonda le sue radici al 1183 quando il re Filippo II costruž dei ripari per i mercanti, che arrivavano da tutti i posti per vendere i loro prodotti, fra cui anche la trippa.


Since June 2008 - © Aerostato, Seattle - All Rights Reserved.